Dove dormire a Scicli tursimo
Cosa vedere a Scicli. 2022. Info, orari e prezzi sui musei, le chiese e i luoghi visitabili.
9 Giugno 2022
Giornata del rifugiato
A Villa Penna si celebra la giornata mondiale del rifugiato
18 Giugno 2022

A Rutta ri Don Carmelo. Museo in grotta alla scoperta della Scicli che fu

Quando andate a Scicli non perdetevi a Rutta ri Ron Carmelo.
Proprio a ridosso degli ingressi del parco archeologico di Chiafura, la piccola Matera siciliana, si può trovare e visitare una interessante grotta-museo.

A rutta ri Ron Carmelu (La grotta di Don Carmelo)
foto di Emanuele Caschetto

Ron Carmelu, al secolo Carmelo Raimondo, ci porta a conoscere la storia arcaica di una Scicli (RG) che fu attraverso la visita emozionante all’interno della casa-grotta abitata dalla numerosa famiglia di suo nonno e da lui stesso in persona.
Un luogo che trasuda di storia e che narra di un tempo non tanto remoto in cui la fascia più umile e disperata della popolazione sciclitana viveva in un intero quartiere di case grotta, la cosiddetta “Chiafura“.

Un tuffo nella storia recente e un incontro con una persona eccezionale.

Una visita esperienziale tra i luoghi e gli strumenti che raccontano la storia antica di una parte di Scicli, del quartiere “troglodita” di Chiafura, ormai quasi dimenticata. Una esperienza fuori dal tempo.

Rutta ri Don Carmelo

Sarà il padrone di casa a raccontarvi, con toccante semplicità, la povertà e le fatiche della quotidianità dei “chiafurari”.

“A Scicli, un secolo di storia concentrato in una grotta.

Il proprietario racconta la vita della sua famiglia all’interno di questa grotta/abitazione utilizzata fino agli anni ’50…è fantastico, nel raccontare e nel raccontarsi.

…un luogo da visitare se passate da Scicli…”

Ottorino B.

Con i suoi aneddoti e la sua passione, Ron Carmelu vi testimonierà in modo vivido un passato non così remoto.
Attraverso le parole, gli oggetti e gli utensili verrete accompagnati nel passato e conoscerete tutti i retroscena della vita quotidiana dei nostri avi e della loro arte di arrangiarsi. 

Chi visita questa casa-grotta ancora oggi ritrova l’atmosfera di una abitazione rupestre conservata con gli arredi storici dal proprietario, oltre agli attrezzi da lavoro e di vita quotidiana di un tempo che fu: u furnu ‘npetra, a maidda, u sbriuniu, a naca, u rinali, u friscaliettu, a buffetta, a quartara, a fagnotta, u niervu e cosi via…

In una porzione della grotta è allestito anche un presepe realizzato da tante statuine di terracotta di Caltagirone con ambientazioni create artigianalmente dallo stesso Ron Carmelo. Nel 2012 è stato premiato come secondo miglior presepe della Provincia di Ragusa.

Il sig. Raimondo ha anche una manualità e un gusto artistico eccezionali; all’interno del museo si possono ammirare e, in alcuni casi acquistare, delle sue creazioni, semplici ma geniali, realizzate con materiali poveri come legno, paglia, ceramica.

Infine fatevi coinvolgere nel gioco del truppiettu!

Per terminare in bellezza la visita, Don Carmelo vi coinvolgerà sicuramente con il tradizionalissimo gioco del “truppiettu” (trottola). Saranno messe alla prova le vostre abilità manuali (tiro alla “mascolina”, alla “fimminina” e prese al volo) in un bellissimo momento ludico finale.

Come raggiungere il sito

Nel centro storico di Scicli, nel quartiere della chiesa di San Bartolomeo, troverete diverse indicazioni turistiche dedicate.
Chiedete informazioni, tutti sanno qual è la grotta di Don Carmelo.

Il sito si trova in Via Timponello 37 presso il sito del Parco Archeologico Chiafura, Scicli (Indicazioni maps).

Orari di Visita

Don Carmelo vi aspetta tutti i giorni
dalle 9.15 alle 12.45
e dalle 14.30 alle 19.00. (nel periodo invernale fino alle 17,00)

Contatti

Per prenotare le visite telefonare al numero +39 329 069 5483

error: Contenuto protetto da copyright I love Scicli!