EX FORNACE PENNA DI SAMPIERI-LA STORIA

Milizie Scicli
Festa delle Milizie 2016: teatro, sagre, pellegrinaggi, conferenze e visite guidate. PROGRAMMA COMPLETO
17 Maggio 2016
La mannara di Montalbano
Un’ email per salvare la Fornace Penna
25 Maggio 2016

EX FORNACE PENNA DI SAMPIERI-LA STORIA

La Mannara di Montalbano

Fornace Penna com'era

EX FORNACE PENNA SAMPIERI-SCICLI (RG)

LA STORIA DELLA FORNACE PENNA, DALLA NASCITA AL CROLLO E ALL’ABBANDONO, ALLE LOTTE PER SALVARLA FINO AI RISVOLTI GIUDIZIARI. Sintetizzata dall’ Architetto Di Maria Salvatore.

Geo&Geo Terre di Montalbano

Documentario Geo&Geo Terre di Montalbano

– 1912 Costruzione della Fornace Penna a cura dell’Ing. Emmolo di Scicli su proprietà Penna;
– 26 gennaio 1924 incendio, per alcuni doloso, della Fornace Penna in cui andarono distrutte tutte le parti in legno (copertura, soppalchi, infissi, attrezzature, etc.) intaccando parzialmente la struttura portante costituita da muratura in pietra finemente intagliata e posta in opera con grande maestria ancora oggi, per il 70%, ancora maestosamente in piedi a testimonianza di un grande esempio di “Archeologia Industriale”;
– 12 febbraio 1963 con atto del Notaio Cartia di Scicli la famiglia Penna ha tentato di rimettere in moto la fabbrica di laterizzi costituendo la società “Industria Laterizzi Mediterranea” società sciolta il 12 luglio 1965;


– Nonostante l’interesse suscitato; cinque vincoli imposti; incontri; dibattiti; promesse; finanziamenti regionali, ad oggi (anno 2015) nessun intervento è stato fatto.
DESCRIZIONE:
– Lo stabilimento, all’interno di un’area di circa 16.000 mq, è lungo ml. 86, largo ml.32. All’interno era stata realizzata una fornace del tipo Hoffman con n. 16 camere capaci di contenere fino a 10.000 pezzi per ogni camera. Il tiraggio forzato era garantito da una ciminiera, rivestita di mattoni, alta ml. 41 oggi, purtroppo, ridotta a circa ml. 20,00.
– Trovavano occupazione un centinaio di persone di età compresa dai 16 ai 18 anni.
VINCOLI:
1- Vincolo di tutela della fascia costiera L. 431/85;
2- Vincolo Paesistico L. 5553/93; Vincolo paesaggistico;
3- Vincolo di immodificabilità dei luoghi art. 15 L.R. 78/76;
4- Vincolo Bene culturale “Archeologia industriale D.D.S. n. 7018/2009;
5- Decreto Assessoriale n. 8410/2009. Carta Reg.le dei luoghi dell’identità della memoria;
FINANZIAMENTI:
– Assessorato Regionale ai Beni Culturali il Decreto n° 9409 del 30 dicembre 2005 impegnando la somma di €. 500.000 quale contributo a favore dei proprietari per la messa in sicurezza e riuso dell’ex Fornace Penna;
– D.A. n. 11182 del 27 dicembre 2006 cap. 377753 è stata impegnata la somma di €. 250.000 (il 50% di quello previsto) quale contributo a favore dei proprietari per la messa in sicurezza e riuso dell’ex Fornace Penna;
– Dicembre 2013 “Finanziaria” Vista la mancanza di progetti e di interesse da parte della proprietà viene eliminato il capitolo di finanziamento.
INTERVENTI DELLA POLITICA:
– 2004 On.le Vittorio Sgarbi “ Basilica laica in riva al mare”; L’On.le Fabio Granata partecipa attivamente alle iniziative e manifestazioni;
– 30.12.2005 On.le Sebastiano Gurrieri Decreto n° 9409;
– 07.06.2014 l’Ass. Reg.le ai Beni Culturali Prof.ssa Giusi Furnari Luvarà accompagnata dall’On.le Orazio Ragusa; dal Prefetto Dott. A. Vardè e dalla Dott.ssa R. Panvini, visita i luoghi con promessa di impegno ad intervenire;
– 12.05.2014 Grande manifestazione delle Associazioni con una passeggiata da Sampieri al Pisciotto con la partecipazione della Senatrice Venerina Padua e, la visita a sorpresa, del Ministro Gian Luca Galletti accompagnato dall’On.le Orazio Ragusa, dal Prefetto, dal Sindaco Ammatuna di Pozzallo ed una folta schiera di rappresentanti della politica locale;
ULTIMI INTERVENTI RICHIESTI ED OTTENUTI DALLE ASSOCIAZIONI:
– 17 marzo 2014 Appello di undici Associazioni per “la tutela e recupero della Fornace Penna” inviato a: Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano; Commissario Unesco Ray Boldin; Presidente della Regione Rosario Crocetta; Sindaco del Comune di Scicli Franco Susino; Sovrintendenza di Ragusa Rosalba Panvini;
– 07 maggio 2014 Incontro dal Prefetto dott. Annunziato Vardè di Ragusa con la Soprintendenza BB.CC.AA. di Ragusa Dott.ssa Rosalba Panvini; il Comune di Scicli con il Sindaco Franco Susino; la proprietà; il rappresentante dell’Ass.Beni Culturali della Regione Dott. Martino Russo ed i rappresentanti delle Associazioni proponenti di Scicli e Provincia;
– 16 maggio 2014 invio, a seguito dell’incontro del 07 maggio, da parte della Soprintendenza BB.CC.AA. di Ragusa Dott.ssa Rosalba Panvini all’Assessore Regionale Prof.ssa Giusi Furnari Luvarà della richiesta di attivare tutte le procedure idonee a recuperare la somma di €. 250.000, ancora disponibile secondo i presenti;
– 16 luglio 2014 Invio del progetto, parziale, di messa in sicurezza redatto dalla Soprintendenza BB.CC.AA. di Ragusa, con inizio della procedura prevista dall’art 33 del C.B.C., ricevendo come risposta che con la Finanziaria 2013 è stato eliminato il capitolo di spesa;


– 28 luglio 2015 Nuovo incontro, richiesto dalle Associazioni per l’esame dello stato di avanzamento delle iniziative intraprese successivamente all’incontro del 07.05.2014, con la presenza, altre del Prefetto e delle Associazioni, La Soprintendenza di Ragusa con l’Arch. Buzzone e l’Avv. Santacroce; dal Commissario del Comune di Scicli Dott. G. D’Erba con il Geom. Ignazio Fiorilla; dall’Ordine degli Architetti; dall’Onorevole Regionale Assenza; dalla stampa e video locali “Video Regione e Video Mediterraneo” durante il quale, con meraviglia dei presenti, si è appreso che non esiste più il capitolo di finanziamento eliminato dalla finanziaria a dicembre 2013. Su invito del Prefetto, a chiarire e verificare lo stato di fatto, l’On. Assenza si è impegnato a fare convocare la Commissione Territorio Ambiente della Regione con la presenza degli Enti intervenuti e delle Associazioni;
– 04 agosto 2015 Convocazione rinviata per l’assenza di qualche Ente;
– 23 settembre 2015 Nuova convocazione della Commissione Territorio Ambiente della Regione con la presenza degli Enti intervenuti e delle Associazioni.
Presenti, oltre a tutti i componenti della IV commissione, l’Assessore Antonio Purpura, le Associazioni culturali di Scicli rappresentate dall’Arch. Di Maria, il presidente Arch. P. Cucuzzella e l’Arch. F. Viola per l’Ordine degli Architetti di Ragusa, l’Avv. F. Ferrera e l’Avv. A. Santacroce della Soprintendenza bb. cc. aa. di Ragusa, ed i rappresentanti delle forze politiche regionali, l’On. O. Ragusa, On. G. Assenza, On. Nello Di Pasquale.
Il confronto tra le parti ha rivelato il condiviso intento di mettere in atto l’iter strategico già individuato durante lo scorso incontro presso la Prefettura di Ragusa e ribadita dall’Assessore Antonio Purpura, proponendo di ristabilire un primo finanziamento regionale e l’inserimento della ex Fornace Penna tra gli obiettivi finanziabili dai fondi europei nel programma d’intervento 2014/2020. L’Ass. Purpura si è detto concorde nel ritenere la Fornace un “attrattore forte” per il territorio, “polo” e punto di partenza per una narrazione culturale e storica che coinvolga la comunità locale e che favorisca l’offerta turistica.
06/05/2016 Sequestrata Fornace Penna, venti indagati. A causa dei ripetuti crolli.

Fornace Penna di Sampieri

Fornace Penna (foto Lorenzo Iachininoto)

Comments are closed.

error: Contenuto protetto da copyright I love Scicli!