La Stele commemorativa al brigadiere G.Lentini sul lungomare di Donnalucata

Chiesa Consolazione Scicli
Giornate FAI di Primavera 2019. Cosa vedere a Scicli
18 Marzo 2019
Come si crea un manto fiorito? Aperti alle visite i laboratori dei bardatori
22 Marzo 2019

La Stele commemorativa al brigadiere G.Lentini sul lungomare di Donnalucata

S.Denaro, Particolare braciere con fiamma in acciao, (2009)

Realizzazione della stele commemorativa al briga­­­­­diere Giuseppe Lentini.

A seguito di ricerche storiche da parte del Corpo di Guardia di Finanza per i fatti delittuosi cui è stato vittima il Brigadiere Giuseppe Lentini, in servizio a Donnalucata (RG), ma originario della Calabria, l’Amministrazione comunale di Scicli (RG) commissiona all’artista Salvatore Denaro la realizzazione della stele dedicata a Lentini.

Il brigadiere Lentini che trucidato nella notte tra il 5 e 6 febbraio del 1889 nei pressi della foce del fiume Irminio da parte di 11 malavitosi pescatori di frodo. L’Amministrazione comunale di Scicli (RG) ricorda la sua figura denominando il tratto di lungomare della Riviera di ponente in Donnalucata (RG), con committenza pubblica,  una stele commemorativa inaugurata il 27 agosto 2009.


S.Denaro, Stele commemorativa al brigadiere G.Lentini, Donnalucata (RG), (2009)

Il sindaco Giovanni Venticinque incarica l’artista Salvatore Denaro, che motiva con queste parole la realizzazione dell’opera: la stele, eretta nella parte centrale dello slargo, è costituita da un elemento prismatico con base di cm 100 x 30 e un’altezza di 190 cm, con elementi regolari di calcare arenario per ricordare il sito (le cave di Donnalucata), posti a spina di pesce, così come la pavimentazione esistente nell’area urbana.

Questo filo conduttore a spina di pesce, è stato richiamato per simboleggiare il grado di appartenenza, come due “baffi”, liberi ai lati, ma uniti dall’elemento principale realizzato in basso rilievo di terracotta raffigurante un grifone,

S.Denaro, Particolare grifone, bassorilievo in terracotta patinata, (2009)

una figura immaginaria di ispirazione mitologica che simboleggia custodia e vigilanza, proprio quello che compare sullo stemma araldico del Corpo della Guardia di Finanza.

Nel “baffo” superiore sono indicate due date Λ 1844 e Ω  1889, che  rappresentano la nascita e la morte del brigadiere, mentre sull’asta della bandiera  sono stati realizzati tre “cannocchiali”, per indicare tre momenti narrativi: uno verso il molo, simbolo di Donnalucata,  l’altro  direzionato verso il  campanile di Donnalucata per ricordare il momento religioso dell’accaduto e il terzo indirizzato verso il luogo del delitto accaduto

Nella parte laterale sinistra è posto un gancio utile per ricevere una piccola corona di alloro, per le commemorazioni ufficiali, mentre a  destra è incisa la scritta in memoria del brigadiere caduto con le seguenti parole:

L’amministrazione Comunale di Scicli

e

La Guardia di Finanza di Ragusa

In memoria del

Brigadiere Giuseppe Lentini

Trucidato il 6 Febbraio 1889

Per tutelare le sacre leggi dello Stato

Donnalucata 27 Agosto 2009.”

S.Denaro, Particolare braciere con fiamma in acciao, (2009)

La stele così ubicata al centro della piazzetta, risulta senza alcun basamento, in quanto la pavimentazione  del luogo dialoga con la stele stessa. Le due fasce sia a destra che a sinistra larghe cm 30, si dipartono con una lastra di arenario, così come l’elemento lapideo della pavimentazione del viale, con a centro una fascia di acciaio larga 5 cm., il tutto converge fino al piede della stele, elevando al centro della stessa per mantenerla salda e ben fissa a terra.

­­­

Salvatore Denaro afferma di aver ideato con poche linee ed elementi semplici, un’opera che non stravolge l’ambiente, utilizzando la pietra tipica di Donnalucata, l’arenaria, fatta eccezione per l’acciaio, per indicare la durezza, la forza, la durata nel tempo.

L’autore, artista

Salvatore Denaro

Scopri tutti gli eventi in programma a Scicli e dintorni cliccando nella sezione EVENTI del sito www.ilovescicli.it

SEGUICI SU I LOVE SCICLI
www.facebook.com/ilovescicli
———————————————————————————–
DOVE DORMIRE A SCICLI
http://www.ilovescicli.it/dove-dormire-a-scicli/
———————————————————————————–
COSA VEDERE A SCICLI
http://www.ilovescicli.it/cosa-vedere-scicli/

error: Contenuto protetto da copyright I love Scicli!